La didattica a distanza. Gli aspetti psicologici

L’ordine degli Psicologi del Lazio ha intervistato il Prof. Alessandro Ricci Psicologo-Psicoterapeuta docente di Psicologia dell’Educazione presso l’Università Salesiana di Roma.
L’intervista dal titolo: “La didattica a distanza, gli aspetti psicologici” ha voluto mettere in evidenza, in questo difficile momento per la scuola di ogni ordine e grado, il rischio di perdere la dimensione psicologica ed emotiva degli alunni, insegnanti e genitori. Nel video sono affrontati diversi interrogativi e vengono fornite diverse riflessioni e approcci pratici molto utili per psicologi, insegnanti e genitori.

La scuola come luogo educativo

La scuola è, subito dopo la famiglia, la principale agenzia di socializzazione e formazione della personalità del bambino e del preadolescente. Il suo compito fondamentale è fornire gli strumenti necessari per crescere culturalmente, psicologicamente e socialmente, acquisire un certo grado di responsabilità e autonomia e, infine, formare alla cittadinanza e alla vita democratica. La scuola è prima di tutto studio, conoscenza, cultura, apprendimento dei saperi, ma è anche educazione, teatro di crescita civile e di cittadinanza; è luogo in cui nascono e crescono affetti, sentimenti, e si affermano le prime amicizie, che, in molti casi, resteranno per tutta la vita. Continua a leggere

Educare alla resilienza

Un altro punto debole dei bambini del nostro tempo è la fragilità nella gestione delle inevitabili frustrazioni che la vita sociale comporta. Ogni “no” e ogni insuccesso sembra scatenare nei bambini di oggi una sofferenza e una reazione spropositata rispetto all’effettiva gravità dei fatti.

Il concetto di resilienza in psicologia indica la capacità di una persona di fare appello alle sue risorse interiori per reagire a una situazione sfavorevole e sviluppare una personalità positiva. Nella sua accezione maggiormente condivisa, il concetto di resilienza si riferisce a quel processo dinamico che consente di mantenere un adattamento positivo malgrado un contesto in cui il soggetto è messo alla prova da circostanze avverse, adattamento che può consistere tanto nel raggiungimento di esiti evolutivi funzionali quanto nell’evitamento di esiti mal adattivi. Continua a leggere

Intervista a Sanità e Informazione sul rientro a scuola

LO PSICOTERAPEUTA RICCI: «ORA ADULTI PREPARINO I RAGAZZI CON ACCOMPAGNAMENTO EMOTIVO»

Ora bisogna stare accanto a bambini e ragazzi, aiutarli ad affrontare questi cambiamenti senza ansie e paure, ma con rinnovato entusiasmo. «I ragazzi prenderanno bene i cambiamenti, perché già da diversi mesi stanno rispettando queste regole», chiarisce a Sanità Informazione Alessandro Ricci, psicologo e psicoterapeuta, professore della Università Pontificia Salesiana ed esperto “Scuola” per l’Ordine degli Psicologi Lazio. «Quello che è importante – insiste – è il modo in cui insegnanti e genitori preparano i ragazzi da un punto di vista emozionale e li accompagnano con serenità e tranquillità, senza creare allarmismo. Sicuramente bambini e ragazzi sanno adattarsi molto bene e meglio degli adulti a queste norme, ma l’accompagnamento emotivo è essenziale». Anche trasformando queste novità in occasioni di apprendimento “divertente”. Come è successo a Roma, in una scuola elementare di Talenti, dove una maestra ha insegnato loro “la ruota”. Ha allargato le braccia e cominciato a girare per mostrare loro qual è la corretta distanza da rispettare per stare sicuri. «Hanno già trovato strategie innovative per relazionarsi, è importante tenere presente le prerogative dei ragazzi – conclude Ricci -. Specie per gli adolescenti la socializzazione è un momento fondamentale di sviluppo. Senza essere troppo rigidi, si possono trovare nuove forme e occasioni di approccio e socializzazione, anche rispettando le norme».

Presentazione del libro “Educare insieme ai nonni”

Vi aspettiamo numerosi  alla presentazione del nostro nuovo libro: “Educare insieme ai nonni”, venerdì 2 Ottobre ore 18.30, presso l’Istituto Salesiano Pio XI – Roma.